in

LOVELOVE

Dalla esperienza in Fiat e Telecom ad una realtà tutta sua. Il sogno di Alessandro diventa realtà

Dalla esperienza in Fiat e Telecom ad una realtà tutta sua. Alessandro Caligaris, imprenditore del settore digital di 29 anni, è riuscito a realizzare il suo sogno.  

“Nella vita – spiega – ho avuto una grandissima fortuna – dagli 11 anni in poi, alla domanda cosa vuoi fare da grande, sapevo già cosa rispondere. Ero sicuro, volevo lavorare nel digitale, e forte di questa consapevolezza ho potuto iniziare a lavorare fulltime come programmatore a 15 anni. Negli anni ho continuato questo percorso passando prima dalle grandi aziende (FIAT, Telecom), per poi staccarmi e iniziare a lavorare come freelance fino al 2017 quando ho aperto ZProtocol labs.zprotocol.com , la mia attuale azienda IT, di cui vado fiero sempre di più giorno dopo giorno. Nel 2020 nonostante l’anno difficile per tutti ZProtocol ha raddoppiato fatturato e team. La crescita è stata frutto di un’attenta analisi: siamo partiti da alcune semplici ma importanti considerazioni. Per avere un vantaggio competitivo sul mercato è necessario prima di tutto entrare in una nicchia di mercato e focalizzarsi fortemente in quella. Noi ci occupiamo solo di CMS e Programmazione frontend. La costituzione del team è stata parte fondamentale del processo. In un’azienda come la nostra il valore è dato dalle persone, che insieme sono molto più forti della somma dei singoli. Persone altamente competenti che credono nel progetto, e contribuiscono attivamente alla sua crescita, non si limitano mai a fare il loro. Il network e le partnership sono alla base del business. Non ci poniamo mai e poi mai come semplici fornitori, ma cerchiamo sempre di dare valore aggiunto ai nostri clienti. Così facendo si vanno a creare vere e proprie sinergie tra realtà”.

Alessandro guida una squadra di otto persone che entro la fine del 2021 diventeranno dodici e continua a progettare.

“Sì, continuo a sognare. Mi piacerebbe arrivare con ZProtocol ad essere un’importante realtà del settore e scrivere un libro sulla mia storia. Su cosa? Beh, per esempio, sul fatto che pesavo 120 chilogrammi. Ora 80. Diciamo che sono abbastanza determinato. Ma, ovvio, ho anche altri tipi di step da raggiungere. E mi piacerebbe dirlo a chi non crede nelle proprie capacità. Vorrei trasmettere un po’ di fiducia a chi sta per iniziare!”

Auguri ad Ale e al suo team!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

What do you think?

Written by .

Da domani Erasmus delle ide, i laboratori dell’Alleanza Istituti Meridionalisti

Il buon uso della pandemia? “Stop ai pm salvatori della patria, una scusante fiscale, carceri nuove e responsabilità organizzative”. Parla Gabrio Forti, prof di diritto penale