in

Sciarpe per i senzatetto fatte dagli ospiti di Rsa

Lavorare con i ferri, all’uncinetto, ricamare a punto croce o a mezzo punto. Tradizioni antiche tenute in vita dal sapere inestimabile degli anziani, pratiche dal sapore d’altri tempi attraverso le quali prendono vita creazioni uniche e preziose.

“Creare per Donare” è il progetto ideato da Orpea Italia, divisione italiana del Gruppo Orpea, attore di riferimento mondiale nella presa in carico globale e nella cura delle persone fragili.

Ogni RSA del Gruppo che ha aderito all’iniziativa ha organizzato laboratori di maglia e affini durante i quali gli anziani ospiti hanno realizzato con le loro mani sciarpe, cappelli e indumenti pesanti che verranno offerti in dono ai bisognosi del proprio territorio in occasione del Natale.

A Torino, Bergamo, Sanremo, Treviso, Verbania… Ogni residenza aderente ha contattato un ente benefico locale, dalla Caritas al dormitorio comunale, che sarà destinatario dei morbidi regali di Natale hand made degli anziani.

Un progetto prezioso che fa bene due volte: a chi lo fa e a chi lo riceve. Evidenze scientifiche ribadiscono infatti l’importanza di dedicare tempo ad attività creative e ricreative visto il loro impatto positivo sul benessere psicofisico delle persone coinvolte.

Questo genere di attività manuale è particolarmente valida per gli anziani. – Commentano gli educatori di Orpea Italia – perché richiama emozioni, ricordi, ruoli sociali che la persona associa alla propria infanzia (quando apprendeva) e all’età adulta (quando insegnava). Operativamente richiede competenze motorie e cognitive: dalla coordinazione oculo-manuale alla memoria procedurale e prospettica, dalla capacità di astrazione al mantenimento dell’attenzione ma anche socializzazione e collaborazione fra pari. Vengono quindi stimolati ambiti differenti, anche per persone con deterioramento cognitivo lieve o moderato”.

Ma l’iniziativa Creare per Donare è anche un gesto d’amore per il prossimo, una risposta ad una richiesta di aiuto silenziosa che arriva dai marciapiedi, dagli angoli delle strade abitati dagli ultimi.

“Il valore di questa iniziativa risiede nel fatto che l’attività non sia fine a sé stessa. – Aggiunge Alessandra Taveri COO Orpea Italia – Gli anziani sono, e devono sentirsi, utili e preziosi per la comunità. E così il loro tempo e le loro abilità si trasformano in un caldo abbraccio che vogliamo dedicare a tutte quelle categorie di persone più bisognose, per le quali un piccolo dono può significare molto”.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

What do you think?

Written by .

“Ecco come ti trasformo in una celebrità”. Parla Gianluca Lo Stimolo, esperto di comunicazione e marketing

Al via il progetto Open Knowledge per far conoscere le 2.700 aziende confiscate e avviarle al recupero