in

Il 3 maggio prossimo: l’occasione per diventare giornalisti “costruttivi”

Il 3 maggio si celebra in tutto il mondo la Giornata Internazionale della Libertà di
Stampa, un’occasione per riflettere sull’ importanza dei principi in difesa della libertà di parola e il diritto all’informazione, del pluralismo e dell’indipendenza dei media. Questi diritti, sanciti dalla Costituzione Italiana e dalle principali democrazie di tutto mondo, assumono un significato di particolare valore sociale. Si attribuisce ai media un ruolo estremamente importante nella formazione del senso comune, nella creazione della percezione della realtà e sulla qualità della vita dei lettori e della società intera.
Per questo motivo molti giornalisti negli ultimi anni si sono organizzati per proporre modelli informativi più costruttivi e responsabili, che riescano a svolgere l’importante ruolo sociale di informare l’opinione pubblica secondo parametri che contribuiscano a limitare le logiche di parte, alleviare la polemica, la sfiducia e la conflittualità.
Nella Giornata Internazionale della Libertà di Stampa 2021, giornalisti, comunicatori, redazioni e testate in tutta Italia si organizzano per portare sui media nazionali la loro attività al servizio di un giornalismo più costruttivo e positivo, per allargare il concetto di libertà di stampa, estendendolo da chi produce informazione anche a chi ne fruisce, i lettori di costruire la loro libertà di pensare e partecipare al bene del mondo, in una sorta di manifesto allargato della positività.
La campagna è realizzata a livello nazionale e locale su quotidiani, periodici, radio, televisioni e social network ed è aperta a tutti i giornalisti e ai professionisti dell’informazione e della comunicazione. La Giornata Nazionale dell’Informazione Costruttiva è ideata dal movimento Mezzopieno e da un gruppo di promotori che coordinano gli aderenti su scala nazionale con l’obiettivo di valorizzare e diffondere i contenuti creati o condivisi il 3 maggio appositamente per la campagna, sui media, sui social network. Verranno promosse brandizzazioni e sponsorizzazioni dedicate e un evento pubblico che darà voce e valore a
tutti gli interventi e ai giornalisti e alle testate che partecipano alla giornata. La Giornata è organizzata in collaborazione e con il patrocinio dei principali enti di informazione nazionale ed enti di interesse nazionale.

Le azioni per il 3 maggio
● Scrivere un articolo evidenziando i criteri del buon giornalismo positivo (qualità, approfondimento, attenzione e rispetto per il lettore, evitare polemiche, mettere in soluzioni ed esempi virtuosi che generano ricadute positive sulla società, non banalizzare le notizie positive).
● Pubblicarlo con il riferimento in calce alla Giornata Nazionale dell’Informazione
Costruttiva 2021 e l’hashtag #GNIC2021
● Celebrare il buon giornalismo positivo e chi lo pratica. Gli aderenti possono
sviluppare una riflessione o condividere un messaggio sui propri canali mediatici
per sottolineare il significato del giornalismo positivo, dire come lo applica nel suo lavoro e quanto sia importante per la creazione dell’opinione pubblica e il
benessere della società.

Le testate, i media ed i giornalisti che aderiscono al gruppo promotore si
impegnano a sostenere e a pubblicizzare la campagna fino al 3 maggio 2021 e a
pubblicare o far pubblicare articoli che seguono le linee guida della Giornata.
Nomi e loghi dei promotori verranno diffusi nella comunicazione ufficiale della
Giornata e sul sito dedicati www.giornatainformazionecostruttiva.site

L’EVENTO NAZIONALE (3 MAGGIO)
Tutti gli attori coinvolti si impegnano a pubblicare uno o più articoli sottolineando
(con una grafica apposita e con la dicitura Giornata Nazionale dell’Informazione
Costruttiva 2021 e con l’hashtag #GNIC2021) l’adesione alla campagna.
La GNIC2021 è accompagnata da un evento che coinvolgerà in diretta i
partecipanti e ne diffonderà il lavoro. Per tutto il giorno 3 maggio gli articoli, le
storie e gli approfondimenti scritti e pubblicati dagli aderenti alla GNIC2021
saranno oggetto di una campagna di diffusione e di confronto.

Un evento in diretta coinvolgerà tutti gli aderenti in una lunga diretta che dalle 10 del mattino fino alle 15 del pomeriggio vedrà il lancio del dibattito aperto e allargato ai lettori in un confronto con i giornalisti e gli editori. L’evento si svolgerà online sul canale dedicato #GNICLA RICERCA SCIENTIFICA
Dopo il 3 maggio il progetto continua per arrivare ad elaborare il protocollo
nazionale sulla buona informazione attraverso la creazione di un gruppo di
ricerca che verrà condotto in partenariato con gli enti accademici coinvolti nella
campagna.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

What do you think?

Written by .

Nicola Gronchi, fotografo d’arte: La bellezza? L’ho trovata nella mente (degli internati). Parla l’autore di un “viaggio” tra gli ex ospedali psichiatrici

La città postCovid? Quella dei quindici minuti. Alla parigina. Intervista con la sociologa Maria Cristina Antonucci