in

Nasce Italia2030.it : il “glossario” dell’innovazione. L’idea di Aldo, Giancarlo e Alessio

Nasce ITALIA2030.IT, un nuovo media indipendente per capire e raccontare le grandi sfide del progresso tecnologico che l’Italia dovrà affrontare nei prossimi 10 anni. Il progetto è di Aldo Pecora, direttore, Giancarlo Donadio e Alessio Nisi, esperti di innovazione e comunicazione.

Una idea che – promettono i tre – coinvolgerà le Università, le start up, il mondo dell’impresa e le istituzioni che vorranno collaborare.

Il debutto era previsto per gennaio 2021, ma in dieci giorni il direttore ha deciso di anticipare il lancio a ieri, giorno in cui è stato scoperto il virus informatico. Era l’11 novembre del 1983 quando Frederick Cohen, giovane ricercatore dell’University of Southern California, presentava a scopo didattico un “virus” in grado di prendere il controllo dei personal computer in meno di un’ora.

Un giornale pandemico non poteva non nascere in questo giorno”, ha scritto in una nota il direttore – annunciando a sorpresa la nuova testata digitale: “Andiamo online in pieno cantiere e mentre abbiamo ancora moltissime cose da fare, ma non importa: anche tra due mesi, quattro o un anno non saremo mai contenti. Con Italia2030 proviamo a offrire una voce in più, un nuovo media focalizzato sulle grandi sfide del progresso tecnologico  – e quindi anche sanitario, finanziario, politico, economico, sociale- che l’Italia dovrà affrontare nei prossimi 10 anni, e che metta al centro del proprio racconto i fatti, i numeri, distinguendoli sempre dalle opinioni. Anche perché di innovazione tutti parlano, pochi la fanno e nessuno sa cos’è. Un vizio dell’ecosistema è aver parlato quasi sempre solo a sé stesso”.

I tre non temono la concorrenza perché – affermano- faranno un lavoro diverso. Ogni settimana sceglieranno una parola chiave – questa settimana è, appunto, virus – e su quella faranno inchieste, approfondimenti, storytelling, in modo pop. L’offerta editoriale di Italia2030  prevede contenuti vari, in formato video e podcast, tramite stesura di numeri speciali tematici in edizione cartacea, con interventi qualificanti dal mondo dell’Università e della ricerca italiane, nonché dei founder delle startup e scaleup più promettenti.

Puntiamo ai 10 mila contatti entro febbraio, quando si farà il primo tagliando.

Aldo V. Pecora, classe 1986, è giornalista, divulgatore in tema di digitale e innovazione. Già coordinatore editoriale di “CheFuturo!”, è stato caporedattore a Startupitalia con Riccardo Luna e direttore di Ninja Marketing. Censito per due anni consecutivi nella classifica dei TOP30 influencer fintech italiani del magazine USA Let’s Talk Payments, è stato indicato per ABI (Associazione Bancaria Italiana) come il Top influencer fintech italiano in assoluto. Pecora è anche noto per aver fondato a Locri (RC), nel 2005, il movimento antimafia “Ammazzateci tutti”.  

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

What do you think?

Written by .

Gallucci: “Un atelier con le nostre scarpe su misura a New York per il 2025”

Patatine fritte sotto la Torre degli Sciri di Perugia. La sfida di tre ventenni: Valerio, Jordi e Joele