in , , ,

ALLEGROALLEGRO

Baldaccini, l’Umbria che guarda oltreoceano

La parola magica per molti imprenditori italiani, che non possono contare su una politica industriale nazionale? Visione. Se non hai quella, ti sgonfi e chiudi.

Anche in Umbria, a fare il miracolo di una realtà, nata nel ‘72, è stata la capacità di aprirsi al mondo e porsi obiettivi lunghi, sia di chi quarantasette anni fa l’ha fondata, sia di chi oggi la guida.

Parliamo della famiglia Baldaccini, ed in particolare di Valter, di suo figlio, Antonio, e di UMBRAGROUP,  https://www.umbragroup.com/ un’eccellenza a livello internazionale. Una realtà con sede principale a Foligno – un comune di poco più di 60 mila abitanti, in provincia di Perugia – che si è piazzata tra le più forti aziende metalmeccaniche italiane, in una classifica di imprese con un fatturato dai 20 ai 500 milioni di euro, elaborata dal Centro Studi di ItalyPost, con il contributo del gruppo Crédit Agricole e Auxielle, su dati forniti da Bureau Van Djck.

Umbragroup, che ha sette aziende tra Italia, Germania e Stati Uniti, fornisce viti a ricircolo di sfere, ma anche soluzioni ad elevata tecnologia,  destinate al settore aerospaziale, industriale ed energetico.

“Il Gruppo – ci spiega Antonio, Amministratore delegato di UMBRAGROUP – produce componenti fondamentali per il volo in ogni singolo aeroplano commerciale Boeing, che esce dagli stabilimenti di Seattle e Charleston. Inoltre supporta diciotto costruttori di aerei (Airbus, Alenia-Aermacchi, AVIC, BAe, Boeing, Bombardier, Cessna, Dassault, Embraer, Eurofighter, Fokker, Gulfstream, JDA, Learjet, Lockheed, Mitsubishi,Panavia, Pilatus) e più di sessanta programmi commerciali, militari, regionali, business jet e aerei senza pilota (UAV)”.

Il gruppo conta 1380 dipendenti, di cui 840 solo a Foligno, dove tutto è nato per volontà di Valter Baldaccini e fattura 237 milioni di euro. Solo il 7 per cento viene dal business in Italia.

Dunque, una piccola quota, perché, “abbiamo sempre guardato – afferma l’AD – oltre i nostri confini, non solo regionali, ma anche italiani. E’ un po’ la consegna di mio padre, che voleva proteggere quanto realizzato in Italia, ma nello stesso tempo proiettarsi su orizzonti lunghi”.

In una terra come l’Umbria, mal collegata, piuttosto chiusa, non strategica per un settore come quello aerospaziale,  Valter Baldaccini, a cui nel 2015 è stata dedicata una Fondazione che si dedica a progetti umanitari, è stato pertanto un pioniere.

“Sì, puoi farcela – afferma – ma solo se hai una visione, una squadra che condivide il tuo progetto, un prodotto innovativo, investi sul personale e non aspetti la grazia dal politico di turno. Del resto, a chi affidarsi, vista l’incapacità di fare progetti a lungo termine della nostra classe dirigente, che non è neanche stabile?”.

Le cose cambieranno in Umbria con la nuova guida affidata a Donatella Tesei? “Non lo so – replica Antonio Baldaccini – Di certo, molti hanno votato per una svolta. Ho conosciuto la Tesei, avvocato. Vedremo. Ma, ripeto, non faccio affidamento, se non sul nostro patrimonio: innovazione e personale, di cui ci prendiamo cura (nella casa madre di Foligno per i dipendenti ci sono un fisiatra e un dietologo). Si sa, siamo il Paese dalla vista corta e del piccolo è bello. Noi, però, non rimaniamo fermi a guardare un Paese che rischia di perdere opportunità di crescita”.  

Nel 2012 UMBRAGROUP ha creato un Centro di Ricerca ad Albanella, in provincia di Salerno. “La struttura – spiega Antonio – è nata per ampliare le competenze della UMBRAGROUP S.p.A. nel mondo dei software, dell’elettronica e della meccatronica. L’obiettivo iniziale era realizzare un progetto di Ricerca & Sviluppo in grado di trasformarsi in un centro completamente funzionale. Ci siamo riusciti. La produzione è iniziata con la Società EMS, che lavora su disegni UMBRAGROUP. Abbiamo creato così nuovi posti di lavoro al Sud in un campo  avanzato come quello della meccatronica”

L’hanno scorso UMBRAGROUP ha acquisto il 100 per cento delle quote AMCo srl e della Linear Motion LLC (proprietario del marchio Thomson Aerospace & Defense), quest’anno ha inaugurato in Michigan (USA) l’Innovativo MRO Center of Excellence.

Antonio Baldaccini ha una laurea in Economia e Commercio all’Università di Loyola Marymount, Los Angeles, ha conseguito nella stessa Università, l’Executive MBA. Nel 2014 è stato nominato Amministratore Delegato di UMBRAGROUP. Ha alle spalle più di 18 anni di esperienza nel settore aeronautico. Da gennaio 2018 è presidente del Cluster Aerospace Umbro.

E’ anche marito e padre di tre bambine.

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

What do you think?

Written by Cinzia Ficco

Con gli ultraspecialisti il parere del medico esperto per la tua malattia arriva on line e in cinque giorni

Domani gli ecoguerrieri incontrano la politica